Privacy PolicyCookie Policy Martedì 15 Marzo 2022 – 413ª Seduta pubblica – classicistranieri.org – L'informazione parlamentare

Martedì 15 Marzo 2022 – 413ª Seduta pubblica

Martedì 15 marzo 2022 alle ore 16:35

413ª Seduta pubblica

L’Assemblea, all’unanimità, ha approvato definitivamente il ddl (728-B), norme per la valorizzazione delle piccole produzioni agroalimentari di origine locale.

Il relatore, sen. Bergesio (L-SP), ha ricordato che il ddl reca disposizioni in materia di consumo immediato, vendita diretta, etichettatura, disciplina il logo PPL-piccole produzioni locali e semplifica i requisiti strutturali dei locali. Hanno svolto dichiarazione di voto favorevole i sen. Daniela Sbrollini (IV-PSI), La Pietra (FdI), Caterina Biti (PD), Rosa Abate (Misto), Vallardi (L-SP) e Cinzia Leone (M5S).

L’Assemblea ha approvato il ddl (878) norme per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e alimentari provenienti da filiera corta, a chilometro zero o utile.

Il relatore, sen. Bergesio (L-SP), ha ricordato le finalità del provvedimento, che consistono nella valorizzazione e promozione della domanda e dell’offerta dei prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero o utile e di quelli a filiera corta. L’articolo 5 demanda a un decreto del Ministro delle politiche agricole l’istituzione del logo “chilometro zero o utile” e del logo “filiera corta”; l’articolo 6 prevede, per gli appalti relativi ai servizi di ristorazione, che, in sede di gara, a parità di offerta, costituisce criterio di premialità l’utilizzo in quantità congrua di prodotti alimentari e agricoli a chilometro zero o utile o da filiera corta. Hanno svolto dichiarazione di voto favorevole i sen. Sbrollini (IV-PSI), De Carlo (FdI), Taricco (PD), Alessandrina Lonardo (Misto), Fulvia Caligiuri (FIBP), Zuliani (L-SP), Trentacoste (M5S).

La Conferenza dei Capigruppo ha approvato integrazioni al calendario corrente e il nuovo calendario dei lavori fino al 24 marzo: domani alle 9.30 il Ministro della transizione ecologica renderà un’informativa sui rincari dei costi dell’energia e sulle misure del Governo per contrastarle; seguirà l’esame del decreto sostegni-ter e, poiché il Governo ha preannunciato la fiducia, la Conferenza ha organizzato il relativo dibattito: le dichiarazioni e il voto finale sono previsti giovedì prossimo. La prossima settimana sarà esaminato in prima lettura il ddl costituzionale sullo sport, dalla sede redigente il ddl sulla dichiarazione di monumento nazionale dell’Arco di Traiano a Benevento; mercoledì 23 marzo sono confermate le comunicazioni del Presidente del Consiglio sul prossimo vertice europeo; giovedì 24 marzo si svolgerà il question time. Il calendario potrà essere integrato da un’informativa sugli sviluppi del conflitto in Ucraina.

L’Assemblea ha esaminato la relazione del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica sull’attività svolta dal 1° gennaio 2021 al 9 febbraio 2022 (doc. XXXIV, n. 8).

Il relatore, sen. Urso (FdI), nell’illustrare i temi affrontati e le indicazioni fornite dal Comitato – alcune delle quali sono state recepite dal Governo – ha posto l’accento sull’unità conseguita nella risoluzione approvata sul conflitto in Ucraina. Il Comitato – ha sottolineato il suo presidente – aveva rilevato la postura aggressiva della Russia nell’Europa orientale, nel Mediterraneo allargato, in Libia e in Sahel, evidenziando il rischio di un’escalation militare in Ucraina e segnalando la necessità di un piano nazionale per la sicurezza energetica. Da anni è in corso una guerra ibrida per il controllo del Mediterraneo, e il Copasir ha sottolineato la distrazione europea e l’inadeguatezza degli stanziamenti per la difesa comune. Sul tema dell’autonomia energetica in un quadro europeo occidentale, le soluzioni indicate dal Copasir (aumento della produzione nazionale di gas, utilizzo dei poteri sostitutivi per sbloccare gli impianti eolici e solari, investimenti sul nucleare di quarta generazione) sono state recentemente richiamate dal Presidente del Consiglio. Il Comitato, che ha svolto un ruolo propulsivo nella nascita dell’Agenzia per la cybersicurezza, chiede da tempo l’istituzione di una fattispecie di reato specifica per rispondere agli attacchi informatici, l’istituzione di un cloud per la pubblica amministrazione, misure per contrastare le tecnologie pervasive e per proteggere le infrastrutture. Il Copasir sollecita, inoltre, un uso maggiore del golden power, la sua estensione alle piccole e medie imprese che producono materiali strategici e una politica industriale per rafforzare gli asset strategici. Il sen. Urso ha auspicato, infine, interventi normativi per rispettare le direttive europee in materia di intercettazioni e misure di potenziamento dell’intelligence.

Alla discussione hanno partecipato i sen. Malan, Isabella Rauti (FdI), Marilotti, Pinotti, D’Arienzo (PD), Gasparri, Alessandra Gallone (FIBP), Magorno (IV-PSI), Arrigoni (L-SP), Castiello (M5S).

In replica il sen. Urso (FdI) ha condiviso la proposta di una sessione per la difesa e di un intervento per la desecretazione degli atti; ha quindi sottolineato che la diversificazione energetica deve essere supportata da una politica per l’Africa e che l’attività di intelligence economica deve essere nazionale, avendo i Paesi europei interessi contrastanti. Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gabrielli ha richiamato l’importanza dell’autonomia tecnologica.

senato.it – Video delle Sedute di AssembleaRead More

“L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, della licenza di tipo Creative Commons CC-BY indicata, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.”

È fatto divieto di utilizzare, riprodurre o distribuire le suddette informazioni testuali e gli anzidetti elementi multimediali in contesti che possano pregiudicare l’immagine, il decoro e il prestigio dell’Istituzione parlamentare, ovvero ledere il diritto all’immagine, all’onore, al decoro e alla reputazione delle persone ivi fotografate, riprese o citate.

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione di alcuni dati può essere soggetta, ove ricorrano i presupposti previsti dalla legge, a condizioni diverse, quali il consenso delle persone fotografate, riprese o citate.


I commenti qui sono chiusi.