Privacy PolicyCookie Policy “Guardare le atrocità della guerra attraverso lo sguardo dei bambini”: Presidente Casellati risponde all’iniziativa dell’Istituto Comprensivo di Piombino Dese e invita studenti e insegnanti in Senato – classicistranieri.org – L'informazione parlamentare

“Guardare le atrocità della guerra attraverso lo sguardo dei bambini”: Presidente Casellati risponde all’iniziativa dell’Istituto Comprensivo di Piombino Dese e invita studenti e insegnanti in Senato

Martedì 5 4 2022

“Imparare a guardare le atrocità della guerra attraverso lo sguardo dei bambini, riscoprire il significato profondo della pace grazie alle loro piccole grandi verità è il più potente incentivo a cercare con gli strumenti del dialogo e della diplomazia l’immediata fine del conflitto ucraino” ha dichiarato il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, commentando una iniziativa degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Piombino Dese (Pd), dalla scuola materna alla secondaria di 1° grado, di cui è stata destinataria, e ha aggiunto:
“Mi ha profondamente commosso il loro appello accorato. Mi hanno inviato bellissime cartoline colorate per condividere con semplicità e purezza le loro paure e i loro sogni. Chiedono la pace ‘perché ci fa sentire liberi’, la fine della guerra ‘perché ruba la gioia’”.
“Li ho invitati in Senato per ringraziarli tutti con i loro insegnanti perché con un gesto spontaneo e autentico sono riusciti ad indicarci quelle verità profonde che la politica e le Istituzioni non possono mai dimenticare”.

Read Moresenato.it – Comunicati stampa del Senato

“L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, della licenza di tipo Creative Commons CC-BY indicata, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.”

È fatto divieto di utilizzare, riprodurre o distribuire le suddette informazioni testuali e gli anzidetti elementi multimediali in contesti che possano pregiudicare l’immagine, il decoro e il prestigio dell’Istituzione parlamentare, ovvero ledere il diritto all’immagine, all’onore, al decoro e alla reputazione delle persone ivi fotografate, riprese o citate.

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione di alcuni dati può essere soggetta, ove ricorrano i presupposti previsti dalla legge, a condizioni diverse, quali il consenso delle persone fotografate, riprese o citate.


I commenti qui sono chiusi.