Privacy PolicyCookie Policy Approvate le norme sul permesso di soggiorno a vittime di costrizione al matrimonio – classicistranieri.org – L'informazione parlamentare

Approvate le norme sul permesso di soggiorno a vittime di costrizione al matrimonio

La Camera ha approvato la proposta di legge: Modifica all’articolo 18-bis del testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione e norme sulla condizione dello straniero, di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286, in materia di rilascio del permesso di soggiorno alle vittime del reato di costrizione o induzione al matrimonio (C. 3200). Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

A seguire sono state esaminate le mozioni concernenti iniziative in materia di allergie e intolleranze alimentari, con particolare riferimento alla celiachia sono state approvate le mozioni Murelli, Nappi, Ianaro, Marrocco, Schullian, Noja, Bologna, Stumpo e Lapia ed altri n. 1-00563 (Nuova formulazione) nel testo riformulato dai presentatori su richiesta del Governo, compresa l’espunzione dei capoversi 7° e 15° del dispostivo, e Bellucci ed altri n. 1-00624 nel testo riformulato.

Nel corso della seduta l’Assemblea ha deliberato la costituzione in giudizio della Camera dei deputati in relazione a un conflitto di attribuzione elevato innanzi alla Corte costituzionale dal Tribunale di Torino, di cui all’ordinanza della Corte costituzionale n. 35 del 2022; ha quindi deliberato di elevare un conflitto di attribuzione innanzi alla Corte costituzionale nei confronti dell’autorità giudiziaria (Sezione Commerciale, giudice dell’esecuzione, del Tribunale di Lecce).

Da ultimo si è svolta la discussione generale del disegno di legge di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 febbraio 2022, n. 9, recante misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana (PSA) (Approvato dal Senato) (C. 3547.

In apertura di seduta ha avuto luogo lo svolgimento di interrogazioni.

Read MorePrima pagina home page

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito della Camera dei deputati è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, per finalità non commerciali, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.


I commenti qui sono chiusi.