Privacy PolicyCookie Policy Violenza domestica. Presidente Casellati: tragedia che richiede ulteriori urgenti provvedimenti – classicistranieri.org – L'informazione parlamentare

Violenza domestica. Presidente Casellati: tragedia che richiede ulteriori urgenti provvedimenti

Venerdì 29 4 2022

Il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ha ricevuto, a Palazzo Giustiniani, la Presidente dell’Associazione “Federico nel cuore” Antonella Penati, il dottor Diego Bocchioli, la senatrice Valeria Valente, e in rappresentanza dell’Unione Donne in Italia la dottoressa Vittoria Tola e l’avvocato Giulia Potenza.
I membri delle due associazioni hanno ricordato le cifre del dramma della violenza domestica, solo quest’anno sono stati commessi 7 figlicidi e 26 femminicidi, e hanno consegnato al Presidente Casellati la petizione, con 19mila firme, con la quale si sollecita l’approvazione del DDL 2417: un disegno di legge che introduce garanzie più stringenti sulla sicurezza dei minori vittime di violenza di genere o domestica.
“Le cronache recenti registrano un aumento del numero di minori spietatamente uccisi dai genitori. È una situazione dolorosa e inaccettabile – ha detto il Presidente del Senato-. Ho ascoltato la richiesta delle due associazioni e ho concordato con loro che quella delle violenze contro bambini e donne è una vera piaga, una tragedia che richiede ulteriori urgenti provvedimenti”.

Read Moresenato.it – Comunicati stampa del Senato

“L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, della licenza di tipo Creative Commons CC-BY indicata, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.”

È fatto divieto di utilizzare, riprodurre o distribuire le suddette informazioni testuali e gli anzidetti elementi multimediali in contesti che possano pregiudicare l’immagine, il decoro e il prestigio dell’Istituzione parlamentare, ovvero ledere il diritto all’immagine, all’onore, al decoro e alla reputazione delle persone ivi fotografate, riprese o citate.

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione di alcuni dati può essere soggetta, ove ricorrano i presupposti previsti dalla legge, a condizioni diverse, quali il consenso delle persone fotografate, riprese o citate.


I commenti qui sono chiusi.