Privacy PolicyCookie Policy Senato della Repubblica – Petizione n. 1106 – XVIII Legislatura – Presentazione – classicistranieri.org – L'informazione parlamentare

Senato della Repubblica – Petizione n. 1106 – XVIII Legislatura – Presentazione

“L’Associazione Nazionale tra le Famiglie Italiane Martiri caduti per la libertà della Patria, la signora Antonella Fattori per conto del Gruppo Giustizia per stragi e deportazioni nazifasciste, il signor Pier Gabriele Molari da Bologna, il signor Andrea Iacono da Milano, la signora Carla Bianchi da Milano e la signora Alessandra Ballerini da Genova chiedono che non venga convertito in legge l’articolo 43 del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, recante l’istituzione del Fondo per il ristoro dei danni subiti dalle vittime di crimini di guerra e contro l’umanità e per la lesione di diritti inviolabili della persona, compiuti sul territorio italiano o comunque in danno di cittadini italiani dalle forze del Terzo Reich nel periodo tra il 1° settembre 1939 e l’8 maggio 1945”

Presentato da <!– –>Associazione Nazionale tra le Famiglie Italiane Martiri caduti per la libertà della Patria, Antonella Fattori per conto del Gruppo Giustizia per stragi e deportazioni nazifasciste, Pier Gabriele Molari da Bologna, Andrea Iacono da Milano, Carla Bianchi da Milano e Alessandra Ballerini da Genova<!– –>Read Moresenato.it – Attività

“L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione delle informazioni testuali e degli elementi multimediali disponibili sul sito del Senato è autorizzata esclusivamente nei limiti in cui la stessa avvenga nel rispetto dell’interesse pubblico all’informazione, della licenza di tipo Creative Commons CC-BY indicata, garantendo l’integrità degli elementi riprodotti e mediante indicazione della fonte.”

È fatto divieto di utilizzare, riprodurre o distribuire le suddette informazioni testuali e gli anzidetti elementi multimediali in contesti che possano pregiudicare l’immagine, il decoro e il prestigio dell’Istituzione parlamentare, ovvero ledere il diritto all’immagine, all’onore, al decoro e alla reputazione delle persone ivi fotografate, riprese o citate.

L’utilizzo, la riproduzione, l’estrazione di copia, ovvero la distribuzione di alcuni dati può essere soggetta, ove ricorrano i presupposti previsti dalla legge, a condizioni diverse, quali il consenso delle persone fotografate, riprese o citate.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.